Il mio SanRemo 2019 – Cristicchi – Nigiotti – Negrita e sto! Ma i video?

Torno al blog dopo, quasi un anno, un anno dove avrei da raccontare mille cose, che non farò, sarebbe troppo lungo e probabilmente non interessante (per voi).

Chi mi conosce sa che da praticamente sempre io seguo SanRemo, non mi interessa quanto sia o non sia chic farlo, mi piace, lo faccio, e QUESTO LINK lo testimonia in maniera inequivocabile. Anche in questa edizione, sebbene io non abbia potuto sfoggiare #stenremo sono stato alla TV, ci sono stato molto di più delle volte scorse a dire il vero, tanto che ancheio avevo il mio vincitore; ma ora è cambiato tutto.

Ho riascoltato bene i brani

Dopo aver riascoltato un po’ tutte le canzoni, il mio personale podio di San Remo 2019 è così composto:

  1. Abbi cura di me – Simone Cristicchi
  2. Nonno Hollywood – Enrico Nigiotti
  3. I ragazzi stanno bene – Negrita

Potrebbe sembrare una questione di campanilismo (2 toscani su 3) ma non è così. Ora, le mie preferenze non influenzeranno nessuno, poco male.

Bene, ma io sono un videomaker

Ogni tanto mi ricordo che di mestiere faccio video, da qui la domanda: MA SE DOVESSI FARE UNA CLASSIFICA DI VIDEO DEI BRANI DI SANREMO?

Allora ho preso tutti i video ufficiali dei brani in gara (24, lo ripeto per la cronaca) e me li sono guardati tutti. A me viene pure difficile “giudicare” video di questo tipo, e di base non voglio nemmeno giudicare, ma nulla in generale, tuttavia se voglio fare una classifica, la devo fare, quindi mi sono selezionato parametri in base ai quali voglio giudicare i video in oggetto:

  • Riprese
  • Montaggio
  • VFX
  • Idea
  • Resa generale

Avrei voluto aggiungere un ulteriore parametro, la Resa emotiva, ovvero che sensazione genera, ma essendo una mia classifica va da sé che chi vincerà in qualche modo a me rende emotivamente bene, senno insomma, non di sole tecnichezze si vive! 

I video dei 24 brani in gara

Soldi - Mahmood

I tuoi particolari - Ultimo

Musica che resta - Il Volo

Cosa vuoi da me - Loredana Bertè

Abbi cura di me - Simone Cristicchi

La ragazza con il cuore di latta - Irama

Senza farlo apposta - Shade e Federico Carta

Argentovivo - Daniele Silvestri

Rolls Royce - Achille Lauro

Mi sento bene - Arisa

Per un milione - Boomdabash

Aspetto che torni - Francesco Renga

Mi farò trovare pronto - NEK (Filippo Neviani)

Rose Viola - Ghemon

Solo una canzone - Ex Otago

L'ultimo ostacolo - Paola Turci

Nonno Hollywood - Enrico Nigiotti

Dov'è l'Italia - Motta

I ragazzi stanno bene - Negrita

Un po' come la vita - Patty Pravo e Briga

L'amore è una dittatura - Zen Circus

Parole Nuove - Einar

Le nostre anime di notte - Anna Tatangelo

Un'altra luce - Nino D'Angelo e Livio Cori

Ebbene, quale video “vince”?

Premesso che i video sono stati messi secondo la classifica del festival di Sanremo 2019, questo per non far torto a nessuno (ve ne siete accorti vero?).

In un primo momento il video della divina Loredana Berté mi stava convincendo molto, un cartoon, lei una Cappuccetto Rosso dai capelli blu, poi però lo stile “Adrian” non è che mi appassioni alla follia, quindi no.

Arisa ha rispolverato le emoji e lo stile Snapchat (vecchio), in molti hanno utilizzato il bianco e nero, che fa tutti belli, alcuni hanno delle belle location, qualcuno racconta una storia nella storia. Ma quello che secondo me è ipnotico, bizzarro, ben fatto, e soprattutto hanno deciso di farlo quadrato, è quello di Daniele Silvestri e Rancore, col cameo di Manuel Agnelli che comunque è autore, che per me è il miglior video di quelli di Sanremo 2019.

Non voglio ribadire, ma il video del brano di Cristicchi mi piace parecchio, quel lentissimo “zoom in – zoom out”, la tenda che si apre dietro.. ci sta, bravi anche nel video.

Ora aspetto l’Eurovision (o magari no).

Related Posts

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked